ARTICLE MARKETING ITALIANO

ARTICLE MARKETING ITALIA

Catering o Cibo a Domicilio, Cosa Scegliere

Il catering e il cibo a domicilio sono servizi simili divisi da poche diversità, tanto che la maggioranza dei servizi di catering Firenze o di altre città prevedono entrambi le possibilità.
Lo steso non lo si può dire delle attività che consegnano cibo a domicilio in quanto non sempre sono attrezzate per dare i servizi aggiuntivi che una attività di catering svolge normalmente.
Ciò che accomuna questi settori è comunque il destino condiviso in quanto entrambi rappresentano una forma alternativa di ristorazione rispetto a ristoranti, trattorie e locali vari che offrono oltre al cibo anche la somministrazione sul luogo.
Sia per il catering che per le attività di consegna di cibo a domicilio si prospetta una crescita del giro di affari soprattutto per quanto riguarda le commesse di privati che sempre di più prediligono organizzare una cena o una festa senza appoggiarsi ai classici servizi di ristorazione.
Una tendenza che si è andata affermandosi negli anni sostenuta da cambiamenti di abitudini ormai radicate a tutti i livelli della società e che traggono forza proprio dal modo di vivere quotidiano delle persone.
Se un tempo erano i ristoranti e le trattorie i luoghi di svago scelti dalle persone per trascorrere in modo sereno una serata oggi questa tendenza ha subito dei profondi mutamenti nel tempo dovuti anche ad un diverso di modo di comunicare tra le persone.
A sostenere i settori del catering e del cibo a domicilio ci sono anche cause che trovano al loro ragione nell’aspetto economico, oggi esistono molte aziende che svolgono questi servizi offrendo prezzi altamente concorrenziali e flessibili che solo determinando in anticipo il fabbisogno reale degli alimenti è possibile sostenere in una logica di ottimizzazione delle scorte di cibo.
Questi servizi di ristorazione possano rifornirsi di volta in volta in modo preciso ed offrire in questo modo un prezzo più basso potendo ottimizzare i costi limitando gli sprechi e mettendosi d’accordo con il committente al momento dell’ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *