ARTICLE MARKETING ITALIANO

ARTICLE MARKETING ITALIA

Come installare un condizionatore portatile

Le vendite dei condizionatori portatili hanno subito un’impennata negli ultimi anni, e non c’è da meravigliarsi. Sono infatti una valida alternativa ai condizionatori fissi, rapidi da installare e facili da spostare da un ambiente all’altro.

Se anche tu hai deciso di acquistarne uno e ti stai interessando delle fasi di installazione, sei capitato nel posto giusto. Analizziamo in questo articolo come si installa un condizionatore portatile. Se hai bisogno di assistenza numerosi servizi sono a disposizione, come ad esempio quello di installazione condizionatori a Roma.

Installare un condizionatore portatile

I condizionatori portatili sono dotati di refrigeranti che permettono di raffreddare le stanze. Ma anche i condizionatori portatili, come per i fissi, necessitano di comunicazione con l’esterno per lo scarico dell’aria calda e della condensa che si accumula quando l’apparecchio è in funzione.

Quasi tutti i modelli hanno un kit di installazione contenente un tubo, che varia dai 12 ai 18 cm, che permette di scaricare l’aria calda prodotta dal funzionamento e quella della stanza, verso l’esterno.

Gli unici due modi per garantire che ciò accada, sono:

  • praticare un foro nella parete;
  • praticare un foro nella finestra;
  • realizzare un pannello sigillante su misura.

Installazione condizionatore portatile: foro nella parete o nella finestra?

Il foro nella parete rappresenta la scelta migliore per il corretto funzionamento dell’elettrodomestico; ovviamente per garantire il vantaggio di mobilità dovresti fare un buco in ogni ambiente in cui intendi utilizzare il climatizzatore, che potrai richiudere con tappi appositi forniti nel kit o dai tecnici che eseguiranno il lavoro.

L’apparecchio va posizionato nelle vicinanze di una presa di corrente per l’allaccio del cavo di alimentazione, in un punto della stanza che non rechi intralcio e che riesca a raffreddare l’ambiente senza avere l’aria fredda puntata addosso.

In alternativa puoi praticare un foro nella finestra, del diametro esatto della misura del tubo. È bene considerare però, che non tutti gli infissi permettono questa operazione, soprattutto i più moderni, dotati di vetrocamera a garanzia della tenuta termica.

Installazione condizionatore portatile: pannello sigillante

Se vuoi evitare i buchi, una valida soluzione sono le guarnizioni isolanti che le ditte esperte del settore, realizzano e producono. Uno dei migliori è il classico telo sigillante, idoneo non solo per gli scarichi dei climatizzatori ma anche per gli scarichi delle asciugatrici. Il telo è realizzato in materiale di plastica rigida dalle alte proprietà sigillanti, caratteristica fondamentale nella scelta, in quanto ne esistono in commercio molte prive di questa caratteristica.

Il pannello può essere applicato a qualsiasi modello di porta finestra, finestra e lucernario. Le sue dimensioni sono studiate per permettere di essere utilizzato anche su finestre semi aperte, riuscendo a chiudere lo spazio che si crea tra un anta e l’altra. Potrai, in questo modo, tenere la finestra aperta quel tanto che basta per il passaggio del tubo, e consentire allo stesso modo di essere sigillata, per garantire l’efficienza della tenuta termica.

Il telo guarnizione è dotato del foro per il passaggio del tubo di scarico, che potrai in seguito sigillarlo utilizzando il nastro biadesivo apposito. Questo sistema è molto vantaggioso, in quanto non dovrai chiamare un tecnico per fare i buchi e potrai procedere in autonomia alla facile installazione.

Ma ha anche qualche controindicazione, non potrai chiudere la finestra dove è posizionato il telo, per tutta la stagione estiva, causando qualche problema di sicurezza domestica. Risulta quindi fondamentale scegliere di installare il climatizzatore in una finestra dotata di inferriata o di difficile accesso per i male intenzionati.

Quelle che ti abbiamo prospettato sono le soluzioni più idonee per installare un condizionatore portatile, che come avrai potuto capire in questa lettura, non è come dicono così semplice da installare in autonomia, ma alcune soluzioni richiedono, come per i condizionatori fissi, l’intervento di tecnici specializzati che facciano un lavoro preciso, senza rovinare le pareti e gli infissi e che garantiscano le condizioni di sicurezza.

Anche questi climatizzatori infatti, sono dotati di libretto di impianto e sono soggetti a controlli sull’efficienza energetica, che possono essere rilasciati solo da installatori e manutentori autorizzati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *