ARTICLE MARKETING ITALIANO

ARTICLE MARKETING ITALIA

Decreto Cura Italia e CDP: il Gruppo guidato da Fabrizio Palermo sostiene le imprese italiane

Per mezzo della disposizione contenuta nell’art. 56 del decreto Cura Italia, Cassa Depositi e Prestiti metterà a disposizione un plafond per il rilascio di garanzie fino all’80% del valore dei finanziamenti erogati dalle banche. Il Gruppo guidato da Fabrizio Palermo, in tal modo, potrà garantire finanziamenti fino a 10 miliardi di euro a supporto delle imprese di medie e grandi dimensioni.

Fabrizio Palermo

Fabrizio Palermo: Cassa Depositi e Prestiti a sostegno del tessuto produttivo italiano

L’iniziativa di Cassa Depositi e Prestiti si inserisce all’interno del cosiddetto decreto Cura Italia, approvato dal Consiglio dei Ministri e contenente le misure economiche per rispondere all’emergenza sanitaria causata dal Covid-19. In una fase congiunturale particolarmente complicata per l’intero sistema produttivo italiano, gli strumenti intrapresi dall’istituzione finanziaria, guidata dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale Fabrizio Palermo, consentono di facilitare l’accesso al credito e supportare, così, le imprese italiane in un momento di grande crisi economico-sanitaria. Grazie allo stanziamento di risorse pubbliche pari a 500 milioni di euro, l’iniziativa di CDP potrà garantire, infatti, nuovi finanziamenti fino a 10 miliardi di euro, rivolti principalmente a società italiane di tipologia mid e large. Lo strumento è complementare ad un altro fornito dal Ministero dello Sviluppo Economico e denominato “Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese”, a supporto delle PMI e dei professionisti. Tali misure si aggiungono al potenziamento effettuato dal decreto Cura Italia nei confronti della dotazione del Fondo 394 per l’internazionalizzazione, il quale è gestito da Simest, la società controllata del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti.

Le ulteriori risorse previste dal Gruppo CDP di Fabrizio Palermo

Per contrastare l’emergenza causata dal Covid-19, inoltre, il Gruppo guidato dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale Fabrizio Palermo aveva intrapreso in precedenza ulteriori strumenti e misure a supporto dell’intero sistema produttivo italiano: Cassa Depositi e Prestiti aveva già attivato, infatti, risorse pari a 7 miliardi di euro, a cui va aggiunto l’incremento del plafond “Piattaforma Imprese”, potenziato da 1 a 3 miliardi di euro, a disposizione di piccole e medie imprese, oltre che di quelle denominate mid-cap, ossia le società a media capitalizzazione. Tale impegno di Cassa Depositi e Prestiti è finalizzato a sostenere gli investimenti e le necessità di capitale delle imprese nazionali, in una fase congiunturale particolarmente delicata. Sempre in un’ottica di sostenimento delle esigenze di capitale circolante, rilancio delle esportazioni e diversificazione dei mercati di riferimento, ulteriori interventi del valore di 4 miliardi di euro sono stati introdotti da SACE, società specializzata nel settore dell’export e dell’internazionalizzazione: la società del Gruppo guidato da Fabrizio Palermo, infatti, ha inoltre previsto il potenziamento dei finanziamenti agevolati, gestiti da Simest, per l’internazionalizzazione delle imprese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *