ARTICLE MARKETING ITALIANO

ARTICLE MARKETING ITALIA

Qual è il mese migliore per una crociera nel Mediterraneo?

Perché una crociera  Mediterraneo?

Europa mediterranea: una delle destinazioni culturalmente più ricche ed esotiche del mondo, dagli antichi villaggi di pietra e le assolate spiagge del Portogallo al mistico fascino orientale della Turchia. Oppure scegli il noleggio di barca a vela in Grecia e scopri la culla della cultura ellenica.  Sia che tu stia cercando paesaggi mozzafiato, una tour enogastronomico o una nuova esperienza culturale, ce n’è per tutti in una crociera nel Mediterraneo.

 

Quando andare in crociera nel Mediterraneo ?

L’estate è l’alta stagione dei viaggi nel Mediterraneo. Il clima è caldo e soleggiato, l’acqua è calda e milioni di persone affollano la costa per prendere il sole e fare una pausa dalla routine. Il periodo migliore per fare una crociera nel Mediterraneo, tuttavia, è in primavera (maggio-giugno) o in autunno (settembre-ottobre). Le temperature sono piacevolmente calde, il sole è brillante e le folle sono molto, molto meno numerose rispetto a luglio e agosto. Durante i mesi primaverili, i fiori sbocciano e il paesaggio è verdeggiante, mentre i giorni autunnali sono miti e chiari prima delle piogge invernali.

Coloro che desiderano viaggiare all’inizio della stagione possono visitare alcune delle destinazioni più meridionali e le più grandi isole del Mediterraneo. La Sardegna, la Corsica e Malta sono bellissime già ad aprile, con giornate calde e notti piacevoli. La fine di marzo e aprile è anche il momento ideale per visitare il Marocco, la Grecia, l’Italia, la Slovenia, la Croazia e il resto del brillante mare blu dell’Adriatico.

 

Crociera nel Mediterraneo: le meraviglie della fauna mediterranea

Mentre l’esperienza culturale di una crociera nel Mediterraneo è uno dei punti salienti principali, coloro che cercano la fauna selvatica non rimarranno delusi. Una varietà di vita marina solca le acque del Mediterraneo, tra cui pesce spada, tonno, delfini e persino alcuni squali bianchi. Tartarughe marine e foche monache in via di estinzione si trovano lungo le coste dell’Albania, della Grecia e della Turchia. Anche l’avifauna è abbondante. Portogallo, Spagna e Marocco hanno popolazioni di cicogne, fenicotteri, pellicani, spatole e garzette, mentre in Grecia si trovano aquile reali e giganteschi avvoltoi neri, e Albania e Montenegro ospitano il raro pellicano bianco. Il Montenegro vanta anche il Lago Skadar, lungo 27 miglia, che è il più grande santuario degli uccelli in tutta Europa. La Turchia potrebbe essere uno dei posti migliori per vedere l’avifauna, poiché 250 specie di uccelli migrano attraverso il paese ogni primavera e cadono sulla strada tra Africa ed Europa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *