ARTICLE MARKETING ITALIANO

ARTICLE MARKETING ITALIA

Rete unica, Memorandum CDP-TIM: le considerazioni dell’AD e DG Fabrizio Palermo

Un “capitalismo paziente” per cambiare il nostro Paese: la formula dell’AD e DG di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo, intervistato da “La Repubblica” in merito all’operazione che porterà il Gruppo a dare vita insieme a TIM alla società per la rete unica delle telecomunicazioni.

Fabrizio Palermo

Fabrizio Palermo a “La Repubblica”: il capitalismo paziente investe dove ci sono i fattori per lo sviluppo

La rete unica per le telecomunicazioni è realtà. Lo scorso 31 agosto il CdA di Cassa Depositi e Prestiti ha dato il via libera alla firma della lettera di intenti con TIM che sancisce la nascita della società per la rete unica nazionale: un’operazione necessaria per l’accelerazione dello sviluppo digitale dell’Italia. Intervistato da “La Repubblica” all’indomani del CdA, l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo ha sottolineato come questa non sia “la nuova via italiana al capitalismo misto, pubblico e privato”, ma “è il capitalismo paziente che investe lì dove ci sono i fattori per lo sviluppo”. Un “capitalismo paziente e spesso permanente, come dimostra la nostra presenza nella Snam e in Terna” che, come rileva l’AD, è nel Dna di CDP da 170 anni: “Abbiamo dotato il Paese delle principali reti e infrastrutture, dalle scuole agli ospedali, dagli acquedotti alle strade, dalle reti elettriche a quelle del gas, e siamo azionisti delle principali società strategiche. Bene, oggi il fattore decisivo per lo sviluppo è la connettività: il nostro compito è esserci”. La rivoluzione digitale in Italia passa dunque attraverso CDP: “Un investitore paziente come la Cassa non può che promuovere progetti di questa natura”. Fabrizio Palermo si è soffermato inoltre sul ruolo del Gruppo nell’operazione, quello “di garante della stabilità della società che sta nascendo e degli investimenti infrastrutturali”. E sui tempi: “Noi correremo, ma non dipende solo da noi”: l’obiettivo è “molto più vicino a due anni. Cinque anni sono troppi. Puntiamo ad una forte accelerazione perché non è affatto banale l’integrazione delle reti e bisogna superare l’esame delle Autorità di controllo, nazionali ed europea”.

CDP insieme a TIM nella Newco per la rete unica: il commento dell’AD e DG Fabrizio Palermo

“Cassa Depositi e Prestiti è un investitore di lungo termine che supporta da sempre la crescita del Paese con particolare attenzione alle persone e al territorio” ha commentato l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di CDP Fabrizio Palermo a margine del CdA del 31 agosto in cui è stato dato il via libera alla firma di una lettera di intenti con TIM finalizzata alla costituzione della società per la rete unica di telecomunicazioni a banda larga. “La connettività rappresenta un fattore abilitante essenziale per supportare in modo efficace le principali leve di sviluppo quali l’istruzione, il lavoro, le infrastrutture e la sanità. Proprio per questo, l’impegno di CDP in questo dossier è stato massimo e conferma il sostegno già avviato da anni per lo sviluppo della fibra ottica in Italia” ha spiegato l’AD e DG di Cassa Depositi e Prestiti evidenziando come la firma del memorandum rappresenti “il primo importante passo verso la realizzazione di un’infrastruttura digitale unica in banda ultralarga, che potrà garantire parità di accesso a tutti gli operatori, velocità, affidabilità e distribuzione capillare”. Un percorso tracciato con il supporto degli azionisti che, come sottolineato da Fabrizio Palermo, “dopo l’approvazione da parte delle autorità di regolazione e di vigilanza, potrà consentirci di creare una rete Tlc di ultima generazione, necessaria per la competitività del Paese e cruciale per il rilancio dell’economia”: in questo contesto “Open Fiber continua ad avere per CDP un ruolo fondamentale che si consoliderà sempre più nel percorso verso la creazione della rete unica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *