ARTICLE MARKETING ITALIANO

ARTICLE MARKETING ITALIA

Roberto Tomasi: “Santa Lucia”, la galleria “green e hi-tech” di Autostrade per l’Italia

La fresa più grande mai utilizzata in Europa per lo scavo della galleria Santa Lucia sulla A1: l’opera “green e hi-tech” di Autostrade per l’Italia nelle parole dell’Amministratore Delegato Roberto Tomasi.

Roberto Tomasi

A1, abbattuto l’ultimo diaframma della galleria “Santa Lucia”: l’AD Roberto Tomasi alla cerimonia

È il tunnel a tre corsie più lungo mai costruito in Europa. Lo scorso 12 giugno sono stati completati i lavori dello scavo della galleria “Santa Lucia”, uno dei cinque tunnel più grandi al mondo per dimensione complessiva (lunghezza e numero di carreggiate operative). Alla cerimonia organizzata in occasione dell’abbattimento dell’ultimo diaframma, ha preso parte Roberto Tomasi, Amministratore Delegato di Autostrade per l’Italia, oltre al Presidente della società Giuliano Mari, al Presidente e all’AD di Atlantia Fabio Cerchiai e Carlo Bertazzo. Erano presenti anche l’Assessore ai Trasporti Vincenzo Ceccarelli, il Sindaco Metropolitano Dario Nardella e i Sindaci di Barberino del Mugello e Calenzano Giampiero Mongatti e Riccardo Prestini. Un’opera record: basti pensare che per lo scavo è stata impiegata la fresa più grande mai utilizzata in Europa, fuoriuscita dal sottosuolo dopo aver scavato per 8 km nel tratto compreso tra i Comuni di Calenzano e Barberino di Mugello. “È un investimento di oltre 1 miliardo di euro, sostenuto interamente da Aspi senza alcuna remunerazione prevista a carico degli utenti, con una realizzazione durata 3 anni. Fa parte del sistema viario della Variante di Valico ed è uno dei diversi investimenti strategici che dobbiamo portare avanti” ha spiegato l’AD Roberto Tomasi. La galleria “Santa Lucia” fa parte delle opere del piano di investimenti previsto da Autostrade per l’Italia che a partire dal 2020 potrebbe investire 14,5 miliardi di euro per il completo potenziamento e l’ammodernamento della rete autostradale. Investimenti che per impatto “sono la reale capacità di ripartenza del Paese”, come evidenziato dall’AD: in base ad alcune valutazioni effettuate con le principali università “con 14,5 miliardi che noi investiamo ci sono 65 miliardi equivalenti di investimenti che si muovono”.

Roberto Tomasi: la galleria “Santa Lucia” all’insegna della sostenibilità e dell’innovazione tecnologica

“La Galleria Santa Lucia è, forse più di tante altre infrastrutture, una rappresentazione perfetta di ciò che sa fare Autostrade per l’Italia. È un’opera di altissima complessità ingegneristica, fatta delle fondamentali competenze di tante donne e tanti uomini, che con il loro studio e anni di esperienza hanno fatto concretamente la differenza” ha sottolineato Roberto Tomasi. “È stato possibile lavorare in condizioni di massima sicurezza riuscendo a realizzare lo scavo in condizioni di notevole complessità geo-morfologica, rispettando l’ambiente e minimizzando l’impatto sul territorio” ha aggiunto l’AD: rispetto al tracciato iniziale approvato nel 2009 che prevedeva lo scavo di 9 gallerie, la società ha introdotto nel tempo una variante progettuale che ha portato alla realizzazione di un solo fornice con benefici fortemente tangibili per il territorio e una significativa riduzione delle aree individuate per l’espianto boschivo e del numero di espropri inizialmente previsti. Le attività di escavazione, il recupero, la caratterizzazione e lo smaltimento del materiale di scavo, così come la gestione del ciclo idrico, sono avvenute con la massima attenzione all’ecosistema ambientale, minimizzando inoltre attraverso nastri trasportatori la movimentazione di mezzi sul territorio per la pulizia e il trasporto. La “Santa Lucia” è inoltre dotata di un innovativo sistema di controllo dello stato dell’infrastruttura e delle condizioni del traffico: sui conci della galleria sono stati installati appositi sensori, in grado di inviare informazioni in tempo reale agli uffici della Direzione di Tronco fiorentina di Autostrade per l’Italia. Un’opera “green e hi-tech”, realizzata seguendo le direttrici del Piano di trasformazione 2020-2023 lanciato dall’AD Roberto Tomasi nei mesi scorsi: innovazione e sostenibilità quali pilastri su cui costruire il futuro della società. Dal punto di vista della viabilità la “Santa Lucia” rappresenta la naturale prosecuzione della Variante di Valico, l’apertura al traffico della nuova galleria è previsto per la metà del 2021 e consentirà una significativa riduzione dei tempi di percorrenza nel collegamento Nord-Sud del Paese e una migliore esperienza di viaggio per gli automobilisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *